Numero Verde

Gli effetti dei colori sulla nostra mente tra studio, arte e marketing

“Il colore è un mezzo per influenzare direttamente un’anima. Il colore è il tasto. L’occhio è il martelletto. L’anima è un pianoforte con molte corde. L’artista è la mano che, toccando questo o quel tasto, fa vibrare l’anima. E’ chiaro che l’armonia dei colori è fondata solo su un principio: l’efficace contatto con l’anima. Questo fondamento si può definire principio della necessità interiore.” – Vasilij Kandinskij

Da ben undici anni, il sei maggio è la giornata internazionale del colore; più specificamente, il World Kids Colouring Day, un giorno durante il quale tutti i bambini del mondo sono invitati ad usare pennarelli, pastelli e colori per immaginare un mondo migliore e per rendere più vivo e colorato quello in cui viviamo.

Un mondo a colori

Non sempre il mondo è stato così tanto colorato; fino al ventesimo secolo, era ben difficile e decisamente costoso procurarsi dei pigmenti da cui ricavare dei colori. E’ soltanto negli ultimi cento anni che i colori sono stati resi effettivamente accessibili alla massa, grazie alla produzione di colorazioni non organiche e più facilmente reperibili.

Tra mente e Spirito

Vasilij Kandiskij, celeberrimo artista russo, si dedicò per molto tempo allo studio dei colori. Analizzandoli e studiandoli, arrivò alla conclusione i colori fossero strettamente legati alla sfera spirituale dell’uomo, e che l’arte che quei colori producevano influenzasse direttamente lo spirito. Il colore, per Kandinskij, ha una forza psichica, fa emozionare, tocca le corde dell’animo umano.

L’artista aveva collegato ogni colore ad una determinata sensazione, ad una ben definita emozione: il rosso è vivo, inquieto e acceso; il verde invece quieto e immobile. Il marrone è materno e femminile mentre il nero è terra arsa, morta, che niente può aver più a che vedere con la vita. E infine se il grigio è immobilità ed incertezza, qualcosa che non è nero e nemmeno bianco, il bianco è invece una possibilità, un vuoto carico di promesse: “così” scrive il pittore “risuonava forse la terra nei bianchi periodi dell’era glaciale”.

Il marketing del color

Naturalmente Vasilik Kandinskij non è stato l’unico ad indagare sulle proprietà del colore. I colori ci toccano ed influenzano: non a caso più del quaranta percento del nostro cervello è dedicato all’elaborazione visiva.

Oggi sappiamo che, a seconda della cultura in cui viviamo e siamo stati immersi sin da bambini, ogni colore scatena in noi una ben determinata sensazione. Conoscere questi effetti ha permesso di sviluppare vere e proprie strategie di marketing basate sull’associazione di determinati prodotti, siti internet e oggetti a colori specifici.
Il colore è infatti la prima cosa che attira la nostra attenzione quando ci rechiamo ad acquistare qualcosa. Inoltre, diverse indagini hanno sottolineato come associare un prodotto ad un colore lo renda più riconoscibile al pubblico.

Come percepiamo i colori

Tutti coloro che sono vissuti in un paese di cultura occidentale hanno imparato, nel corso della loro vita, ad associare ogni colore ad una sensazione.

– Il giallo è il colore dell’ottimismo e della gioventù, è associato istintivamente al sole, alla chiarezza, al calore e all’estate. E’ un colore che cattura l’attenzione, stimola l’attività cerebrale e per questo viene spesso utilizzato nelle vetrine e nei fastfood. Sono molte le aziende che hanno scelto di utilizzare il giallo nei loro simboli.

– L’arancione è un colore che trasmette allegria e buon umore, collegato alla creatività e all’entusiasmo. E’ un colore stimolante che invita all’azione e per questo viene utilizzato da aziende che invitano all’acquisto impulsivo.

– Il rosso è un colore energico e vivace ed è associato all’urgenza, alla fretta – in Giappone proprio per questo hanno dipinto le pareti dei bagni pubblici di rosso per ridurre, con successo, la permanenza degli utenti alla toilette. E’ un colore aggressivo che indica pericolo ma che richiama alla mente anche la passione, l’eros e l’aggressività. Viene spesso associato alle vendite promozionali.

– Il viola è un colore associato alla tranquillità ed alla saggezza, ma anche al lusso ed all’armonia. Ha un effetto rilassante e viene associato alla vendita di prodotti di bellezza femminili o di oggetti da utilizzare e consumare nei momenti di relax. E’ uno dei colori più apprezzati dalle donne, mentre invece alcune ricerche hanno evidenziato come il colore viola sia percepito dalla maggioranza del pubblico maschile come sgradevole. L’usanza che vuole che il viola porti sfortuna agli attori ha origine religiosa: durante la quaresima, a cui è associato il colore viola, non potevano svolgersi spettacoli.

– Il blu trasmette invece sicurezza e fiducia, pulizia ed affabilità. Viene utilizzato spesso per promuovere servizi e prodotti che hanno a che fare con il risparmio; sebbene queste caratteristiche lo rendano un colore particolarmente apprezzato, sembra che il logo di facebook sia blu per tutt’altra ragione: a quanto pare il suo creatore, Mark Zuckerberg, è daltonico e, in quanto tale, insensibile al verde ed al rosso. Era insomma inevitabile che scegliesse il blu come colore del suo logo: è l’unico che percepisce con chiarezza. Talvolta il blu viene anche associato anche ad emozioni negative, come la tristezza, la sofferenza e la malinconia.

– Il verde è il colore più associato alla natura. Richiama freschezza e gioventù, ma anche equilibrio, riflessione e fermezza. Sembra che coloro che utilizzino il verde per svolgere lavori di minuteria riescano a portare al meglio a termine il loro compito; nelle vendite è associato a prodotti che promuovono la salute, il benessere e tutto ciò che può aiutare a rilassarci.

– Il nero nel marketing viene utilizzato per proporre prodotti aggressivi e di lusso.

Adulti e bambini per un mondo colorato

In questa giornata dedicata ai colori, che si sia adulti o bambini, che si voglia disegnare un’arcobaleno o vendere un prodotto non ci resta che una cosa da fare: colorare il mondo, usare i colori per immaginare qualcosa di bello e per raccontarlo, comunicarlo, condividerlo.

Simona Lazzaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

contattaci
  • Ai sensi del D.Lgs. N.196 del 30/06/2003 sulla privacy autorizzi 100Energia a contattarti per ricevere informazioni sulle offerte e sulla disponibilità del servizio.

Chiamaci al +1800 234 567 o inviaci un messaggio per prenotare una richiamata